Strumenti tecnologici per facilitare lo smart working

In questo periodo, la maggior parte dei professionisti sta affrontando un grosso cambiamento nelle proprie abitudini lavorative. Non avendo più a disposizione supporti fisici o cartacei, è necessario trasferire tutte le attività in formato digitale e ciò che prima era solo un supporto tecnologico ora diventa un elemento fondamentale per svolgere l’attività lavorativa. Niente più riunioni di aggiornamento sul progetto, nè calendari appesi alle pareti per la gestione degli appuntamenti e neppure post-it attaccati sulla scrivania del collega per lasciargli un rapido messaggio: tutto diventa smart, digitale, in rete, e questo smart working forzato ci sta ponendo davanti alla chiara esigenza di modificare le nostre modalità di lavoro.
Ma come sostituire gli incontri vis a vis e le microattività per cui prima si usavano carta e penna?
La rete ci propone tantissime applicazioni e software che possono venire in nostro aiuto in questo momento; per aiutarvi nella scelta dei tool più validi e di facile utilizzo, il team di SCR si è riunito (in videoconference, ovviamente) e, partendo dall’esperienza pregressa nella gestione di collaborazioni e incontri in remoto, oltre che da una continua ricerca di nuovi dispositivi, ha stilato una lista di dieci strumenti, app o software che possono facilitare la vita dei professionisti in smart working.

9 Consigli di Lavoro tecnici ai tempi della quarantena

Asana

Se ti piace l’idea di spuntare caselline quando hai completato un’attività, allora Asana (e simili) sono le app perfette per schedulare il “to do” settimanale e giornaliero, gestendo il lavoro come un vero e proprio progetto. Non barare sulle date di consegna, però, altrimenti non vale.

Prezi

Cerchi di collaborare con i tuoi colleghi per una presentazione, ma Google Drive vi ha stancati? Forse perchè non avete ancora provato Prezi.com: con le modifiche in real time, sarà come essere fianco a fianco sulla stessa scrivania,  esattamente come quando litigavate per la scelta dei font.

Evernote

Se lavori (e vivi) con più di un device, smetti di mandare a te stesso email e passa a Evernote, l’unica applicazione che ti permette di prendere appunti sul cellulare, salvare documenti e allegare file, e ritrovarteli sul tablet o ovunque ti serva, quando ti serve. Ma almeno la password non dimenticarla.

Trello

Se a fine giornata sei esausto e vivi nella matematica certezza di esserti dimenticato qualcosa, forse dovresti provare Trello. Un software di Project Management che ti consente di organizzare e programmare le tue attività in modo semplice e creativo condividendo i tuoi progetti personali e lavorativi con chi vuoi tu. D’ora in poi niente più lista della spesa, agende cartacee e alert diversi per i tuoi dispositivi. Ci pensa Trello.

Hootsuite e PostPikr

I tool per la programmazione dei contenuti online sono sempre un valido aiuto per la gestione delle pagine social, anche prima della quarantena. Con Hootsuite e PostPikr è possibile pianificare post, inserendo link, immagini o video, fino a diversi mesi. Ma c’è di più: le versioni a pagamento di questi tool prevedono l’interessante possibilità di creare dei team di lavoro, così che tutti possano collaborare sullo stesso calendario. Un modo veloce ed efficace per tenere aggiornato tutto il team di marketing.

Webex Meetings

Se sei alla ricerca di una valida alternativa all’ormai datato Skype, Webex Meetings è quello che fa per te. Tramite questa piattaforma sarà possibile organizzare video conference e inviare email di reminder con pochi clic. L’ottima qualità audio e video, la possibilità di gestire in maniera dinamica le schermate visualizzate e i suoni, così come quella di condividere documenti e schermate, lo rende ideale per riunioni interne, colloqui di lavoro, meeting con i clienti e persino corsi di formazione. Attento però a non farti trovare in pigiama quando verrà avviata la telecamera.

Sfocatura dello sfondo

Da quando hai scoperto l’impostazione “Esegui sfocatura dello sfondo” (vero?) durante le videocall non dovrai più inventarti che la tua webcam è spenta per non sprecare banda, e non sarai costretto a smontare quadri e mensole in casa per difendere la tua privacy. Occhio però alla gestione del tasto “Muto”: l’urlo improvviso dei tuoi figlio la centifuga della lavatrice potrebbero sempre metterti in imbarazzo.

Smart writing

Sei un nostalgico della scrittura analogica e il remote working ti mortifica? Fatti un regalo di Pasqua con i blocchi note digitali e gli strumenti di smart writing, ne esistono tanti e per tutte le tasche: cerca solo di non farti prendere la mano e, alla prossima videoconferenza, non  trasformarti in Gordon.

Strumento cattura

Qualcuno saprà che come esistono gli screenshot per le schermate degli smartphone, esiste una funzione che ci permette di fare lo stesso anche al pc. Premi TAB, ctrl+C e incolli in Paint, o in Word, o in Power Point,poi modifichi e ritagli la tua immagine a piacimento. Ma noi ti diciamo di più: se vuoi ottimizzare i tempi basta cercare “strumento di cattura” nel tuo menù start: ti permetterà di fotografare direttamente dal pc solo la parte della schermata che ti interessa, senza più ricorrere a Paint.

Un’ultima curiosità: se credevi che lo smart working fosse la trovata all’ultima moda per la gestione della tua attività, è perchè ti sei perso la puntata 75 di Camera Cafè. La dottoressa Corte promuoveva il “lavoro agile” secondo il quale si può lavorare dove e quando si vuole. Peccato che Luca e Paolo cercavano, poi, di riportare la situazione alla normalità quando si sono accorti che nessuno si recava più in area relax. Correva l’anno… 2017.
SCR
Associato CRESCITA
Share This